Azioni sul documento

Assemblea Generale dei Soci di Parmaalimenta 2013

Mercoledì 22 maggio 2013 si è tenuta presso la Sala Giunta del Comune di Parma l’Assemblea annuale dei Soci dell’Associazione Parmaalimenta, che dal 2004 opera tra Parma e il Burundi a sostegno della sicurezza e dell’autosufficienza alimentare.

Mercoledì 22 maggio 2013 si è tenuta presso la Sala Giunta del Comune di Parma l’Assemblea annuale dei Soci dell’Associazione Parmaalimenta, che dal 2004 opera tra Parma e il Burundi a sostegno della sicurezza e dell’autosufficienza alimentare.
Hanno partecipato all’incontro i Soci dell’Associazione quali Comune di Parma, Provincia di Parma e Comune di Collecchio, CNA, Legacoop, Consorzio di Solidarietà Sociale, Azienda Ospedaliero Universitaria, Associazione Mwassi e Circoscrizione provinciale dei soci di Banca Etica.
Nel corso dell’Assemblea è stato presentato e approvato il Bilancio consuntivo relativo all’anno 2012 ed è stata anche l’occasione per illustrare ai soci le attività realizzate nel corso dell’anno e gli obiettivi raggiunti. La Presidente Silvia Marchelli ha illustrato i dati di un bilancio frutto di un attento impiego delle risorse e chiuso nonostante le difficoltà in attivo; ha inoltre presentato all’Assemblea gli importati risultati ottenuti da Parmaalimenta sul tema della nutrizione. Ogni mese in Burundi decine di bambini vengono seguiti e riabilitati in termini di nutrizione nell’ambito del progetto “Maison Parma”, il Centro agroalimentare costruito da Parmalimenta nella zona nord della capitale del Burundi per trasmettere agli agricoltori di quei territori le competenze e le capacità del nostro territorio in campo agroalimentare. La Presidente ha messo in evidenza che “la metodologia utilizzata da Parmaalimenta ha ottenuto importanti riconoscimenti e che i progetti realizzati, frutto di una cooperazione tra territori, costituiscono una realtà che appartiene a tutto il territorio di Parma e valorizzano le specializzazioni e le eccellenze che contraddistinguono la nostra città, contribuendo a rafforzarne l'immagine internazionale”.
Nel corso dell’Assemblea sono stati riconfermati i componenti dell’attuale Consiglio Direttivo, ai quali si è aggiunto il Sindaco di Collecchio Paolo Bianchi. E’ stata inoltre riconfermata nella carica di Presidente alla Dott.ssa Silvia Marchelli, ringraziata da tutti per l’impegno, l’ energia e la lungimiranza che sta mettendo per la buona riuscita del progetto.

Il Vice Presidente della Provincia di Parma Pier Luigi Ferrari si è detto soddisfatto degli ottimi risultati ottenuti e dei passi da gigante compiuti dall’Associazione che lui stesso ha visto nascere e crescere. “Si tratta di un investimento di Parma e del territorio” ha commentato “che deve essere portato avanti anche con progetti più ambiziosi”.
D’accordo con lui il Vice Sindaco del Comune di Parma Nicoletta Paci che ha ringraziato l’Associazione per il lavoro svolto e ha assicurato il sostegno dell’amministrazione comunale anche se tale supporto è molto limitato a causa dei noti problemi economici del Comune di Parma.
Il Sindaco di Collecchio Paolo Bianchi ha voluto mettere in evidenza le preziose opportunità di visibilità e di riconoscimento a livello internazionale che i progetti di Parmaalimenta offrono a tutto il sistema agroalimentare che costituisce la Food Valley.
Il Direttore di CNA, ha sottolineato la concretezza del progetto e la volontà dell’Associazione di continuare a sostenerlo.
Della stessa opinione Loretta Losi, Direttrice di Legacoop, che apprezza la metodologia messa in atto dall’Associazione che prevede di esportare le conoscenze che possano garantire l’emancipazione della popolazione beneficiaria.
Anche il Dott. Carlo Calzetti, della Divisione Malattie Infettive dell’Ospedale di Parma, ribadisce l’interesse di diversi suoi colleghi nei confronti di un progetto che, nello specifico nell’ambito del superamento di patologie legate alla malnutrizione, non crea dipendenza da un aiuto esterno ma cerca di dare risposte ai problemi con le risorse presenti sul territorio.
Il Consorzio di Solidarietà Sociale, rappresentato da Maria Chiara Fornari, Vice presidente della Cooperativa il Ciottolo, rinnova il proprio appoggio al progetto con l’impegno a coinvolgere un numero sempre maggiore di cooperative sociali nell’iniziativa.

In conclusione dei lavori l’Assemblea ha assunto anche un ruolo operativo procedendo con l’organizzazione di un tavolo Parma – Burundi che si terrà nel corso del mese di giugno e che mira a coinvolgere un sempre maggiore numero di soggetti del territorio di Parma in uno scambio di competenze tra territori.